Mutui per le Imprese – Definizione e Significato

Quando si adotta il mutuo per imprese? Il mutuo per imprese risulta particolarmente utile nei casi non rari in cui le imprese, nel corso del loro esercizio, manifestano necessità finanziarie piuttosto articolate, anche sulla base del rapporto con i clienti, dei flussi di denaro e delle relazioni con i fornitori. In effetti, le tempistiche attraverso le quali le spese, cioè le uscite, e i pagamenti, cioè le entrate, sono regolati possono non coincidere, e dunque non permettere una gestione tranquilla dell’aspetto economico. Ecco, dunque, che si rende necessario il mutuo per imprese, che appunto consente di contare, in caso di bisogno, su cifre di denaro consistenti in tassi ragionevoli e in tempi relativamente rapidi. Questa forma di finanziamento non fa altro che dare un impulso più forte all’investimento e allo sviluppo di attività economiche nuove.

Gli istituti di credito forniscono solitamente due tipi di mutui per impresa: si distingue tra linea di credito ipotecaria e chirografaria. Solitamente una piccola e media impresa ricorrerà a una linea di credito a rimborso flessibile. Essa, infatti, è utilizzabile direttamente dal conto corrente bancario, attraverso un piano di ammortamento che può essere personalizzato a piacimento. Un altro aspetto da tenere in considerazione, e che rappresenta una soluzione ideale, è costituito dalla libertà nei versamenti a rimborso e nei prelievi, chiaramente, comunque, entro tempi fissati nell’ambito del contratto.

L’impresa, in alternativa, potrò decidere di scegliere un mutuo con rimborso a medio e lungo termine, dai dieci ai quindici anni, ipotecario o chirografico. In questo caso dovremo fronteggiare una flessibilità del rimborso ridotta, sulla base dell’importo erogato. Nel caso in cui si adotti la soluzione chirografaria, inoltre, si ha la facoltà di scegliere se pagare solamente la quota interesse con rate semestrali, trimestrali o mensili e saldare la somma in un’unica volta alla scadenza. In sintesi, dunque, il mutuo per impresa rappresenta un mezzo fondamentale per sostenere operazioni aziendali sul medio e lungo periodo. Esso può riguardare l’acquisto di immobili a uso artigianale, industriale, commerciale o direzionale, oppure uffici da costruire o già costruiti da ristrutturare o riparare.

Il mutuo è intestato a soggetti economici, ed è destinato a tutti i tipi di imprese, ma anche a enti, agricoltori, artigiani e lavoratori autonomi. A seconda delle modalità di pagamento, del motivo per cui viene acceso, della tipologia di tasso e della durata dell’ammortamento avremo forme di mutuo differenti. Esiste la possibilità di estinzione o rimborso anticipato. In generale, tali mutui prevedono una fase di preammortamento che al massimo raggiunge i due anni. Concludiamo segnalando che l’accensione di questo mutuo comporta alcune spese riguardanti i costi accessori, quali le spese di perizia, l’assicurazione e le spese di istruttoria. Per quanto riguarda le spese di perizia, un tecnico perito avrà il compito di stimare l’immobile. L’assicurazione è obbligatoria su scoppio e incendio. Le spese di istruttoria, infine, sono necessarie per la valutazione soggettiva e oggettiva del soggetto che avanza la richiesta. Tra i mutui per imprese segnaliamo il già citato mutuo chirografario, il mutuo stagionale, il mutuo edilizio, il mutuo ipotecario e il mutuo di ricapitalizzazione aziendale.