Come Aprire un Circolo ARCI

Se siete un gruppo di amici uniti dalle stesse passioni e vi piacerebbe fare conoscere i vostri interessi anche ad altre persone dovreste prendere in seria considerazione la possibilità di aprire un circolo ARCI.

Un circolo ARCI è un associazione senza fini di lucro composta da un gruppo di persone con gli stessi interessi (cultura, arte, musica, sport ecc). Risulta essere un circolo privato, non un locale pubblico dove possono entrare tutte le persone indistintamente; per questo l’accesso è in linea teorica limitato ai soli soci. Per acquisire il diritto di entrare in un circolo ARCI viene richiesta solitamente la compilazione di una tessera (gratuita o a pagamento) o il versamento di una quota sociale.

Nel caso di un controllo, laddove non si trovasse riscontro dell’utilizzo di tessera associativa per accedere al circolo, la normativa vigente prevede sanzioni piuttosto pesanti sino addirittura alla chiusura del locale. Molti e diversificati sono i servizi proposti dai circoli ARCI ai propri associati: si va dalle iniziative culturali, ai giochi, fino anche ai tornei e alle gite. Tutte queste iniziative sono quasi sempre affiancate da un servizio di bar o ristorazione.

All’atto di apertura un circolo deve avere una struttura amministrativa ed organizzativa con le quali regolamentare tutte le attività svolte. Risulta essere obbligo nominare durante la redazione dell’™atto costitutivo un primo consiglio direttivo provvisorio. Dal 1998 per legge è diventato obbligo per i circoli redigere un bilancio annuale dove viene riportato il rendiconto economico delle varie attività svolte. Un’informazione importante e da sapere è che i circoli privati godono di particolari agevolazioni fiscali amministrative ed anche contabili. Dal momento che i servizi e le attività fornite ai soci non hanno carattere commerciale essi risultano esenti dall’applicazione di IVA e IRPEG.

Requisiti circolo ARCI
non essendo un locale pubblico, ma un circolo privato, non deve avere un’accesso diretto alla strada
all’esterno del locale non devono esserci insegne distintive tali da fra pensare che all’interno possa esserci un attività come bar o ristorante
nel caso di attività somministrazione è necessaria un’autorizzazione sanitaria, documentazione di conformità alle norme di sicurezza edilizie ed igienico-sanitarie.
Documentazione richiesta e procedure per apertura circolo ARCI:
atto costitutivo (atto di nascita dell’associazione) dove viene nominato il primo consiglio direttivo
statuto (norme che regolano l’attività del circolo)
codice fiscale
affiliazione ARCI
registrazione atto costitutivo
dati conto corrente intestato al circolo
nel caso di somministrazione (affiliazione ARCI di tipo B) viene richiesta al Comune dove risiede il circolo l´Autorizzazione Amministrativa alla Somministrazione di Alimenti e Bevande riservata ai Soci
agibilità locali adibiti a circolo

Per capire come aprire un circolo Arci è necessario conoscere quali sono i requisiti per l’apertura, conoscere la documentazione necessaria per avviare le pratiche di apertura e fare valutazioni accurate preventive per organizzare al meglio la propria attività scegliendo i servizi che deve offrire.