Come Risolvere un Contratto di Acquisto per un Prodotto non Funzionante

Hai effettuato l’acquisto di un prodotto del quale hai poi, purtroppo, verificato il cattivo funzionamento? Hai richiesto la riparazione, ma hai l’impressione che chi ha il dovere di effettuarla non ne abbia alcuna intenzione? Allora puoi procedere con la risoluzione del contratto d’acquisto. Vediamo come fare in questa semplicissima guida.

La comunicazione per inoltrare il recesso dal contratto va inviata mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, da inoltrare direttamente al rivenditore del prodotto in questione. Accendi il tuo pc ed accedi al tuo programma word preferito. Inserisci nella sezione in alto a destra il nominativo del destinatario, occupando, invece, la parte a sinistra con il tuo nominativo completo di indirizzo.

Lascia un rigo, ed andando a capo, specifica l’oggetto della tua comunicazione, ovvero “Richiesta di risoluzione del contratto a causa di un difetto di funzionamento”.
Vai a capo, lascia un margine di spazio, ed inizia la compilazione vera e propria, presentando te stesso ed il tuo problema.
“Gentile rivenditore, con la presente la informo che in data… ho acquistato un… presso il vostro negozio… di via… per un valore di euro… come dimostrato dallo scontrino numero… del… Tale prodotto, usato normalmente, dimostra cattivo funzionamento, in quanto…”.

Termina, adesso, con la richiesta vera e propria.
“Nonostante le mie richieste non avete ancora provveduto alla riparazione. Perciò richiedo la risoluzione del contratto come stabilito dalla legge, con la conseguente restituzione della somma da me pagata entro 15 giorni dal ricevimento della presente, direttamente sul conto corrente iban… intestato al sottoscritto. Il prodotto è a vostra disposizione presso il mio indirizzo”.

Inserisci luogo e data, porgi i tuoi cordiali saluti e stampa il documento.
Apponi la tua firma in modo chiaro e leggibile. Fai una copia da tenere per te ed invia l’originale a chi di dovere. Attendi quindi un riscontro positivo, entro e non oltre i 15 giorni dal ricevimento della lettera, come da te specificato nella stessa.